SchmidtSchmidt

Vigilia di Champions League anche per il Benfica, già chiamato alla prova dentro o fuori domani contro la Real Sociedad dopo le due sconfitte nelle prime due giornate contro Salisburgo e Inter. Il tecnico Roger Schmidt ha parlato dei prossimi avversari definendoli “una delle squadre più forti di Spagna ma non ritiene che questa sia per le Aguias  la partita più importante della stagione: “Le partite più importanti del Benfica sono sempre quelle contro il Porto. Abbiamo già vinto due volte e domani non ci sarà una decisione finale in Champions League. Ma capisco la domanda. Vogliamo restare in Champions League. La scorsa stagione ci abbiamo provato duramente ad andare più avanti possibile in Champions e vincere il campionato. La Champions League è la più grande competizione per club e questa è la nostra grande motivazione, continuare a giocare a quel livello. Domani faremo tutto il possibile per vincere e per cambiare le dinamiche del girone”.

Schmidt scongiura anche l’ipotesi retrocessione in Europa League: “Il nostro obiettivo è arrivare al turno successivo. Possiamo farcela senza dover fare i conti. Se siamo concentrati possiamo arrivare al turno successivo, è nelle nostre mani. Abbiamo un’ottima rosa, i giocatori sono in buona forma e abbiamo già vinto tante partite. Siamo stati molto sfortunati nella prima partita di Champions League e contro l’Inter il secondo tempo non è stato dei migliori. Ma perdere in Italia non è necessariamente un problema. Abbiamo fatto ottime partite, così come in Italia l’anno scorso. Siamo abituati a questo e la forza della squadra sta nel guardare avanti e ai prossimi 90 minuti”.

%d