La verità sul futuro di Francesco Acerbi. A svelarla è Federico Pastorello, agente del giocatore, che ha parlato in esclusiva a TMW del centrale:

Acerbi? C’è un diritto di riscatto che è stato fissato fondamentalmente senza essere trattato. Per questo abbiamo avuto qualche discussione con il presidente Lotito, perché a mio modo di vedere sarebbe stato meglio mettere un diritto di riscatto più consono non al valore del giocatore. Vi spiego: se Acerbi avesse 25 anni, varrebbe 50 milioni oggi; essendo alla soglia dei 35 anni, è difficile pensare che l’Inter – considerando anche la situazione societaria che vive ormai da anni – possa investire 4 milioni per riscattarlo….

…Mi aspetto che il buonsenso come sempre avrà la meglio, come successo col prestito già. Consideriamo che Romagnoli sta facendo molto bene alla Lazio e le caratteristiche di Acerbi si sposano meno bene con la filosofia di Sarri. Dall’altro lato Francesco si sta mettendo in luce all‘Inter e si trova molto bene con Inzaghi con cui aveva già lavorato. Si sta trovando molto bene anche nello spogliatoio nerazzurro. Con tutte queste premesse, credo che alla fine dell’anno dovremo sederci per trovare la quadratura del cerchio. Con un po’ di buon senso, sono convinto che si troverà una soluzione nel momento in cui l’Inter decidesse di riscattare il difensore“.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: