Il CdS ha confermato nella giornata di ieri un aumento dei ricavi, senza però dimenticarsi dei mancati pagamenti di DigitalBIts. Continua così la ricerca di un nuovo main Sponsor per l’Inter: tra le varie opzioni torna il nome HiSense.

C’è la conferma da parte del Consiglio di Amministrazione dell’Inter di un incremento dei ricavi, seppur con un asterisco difficile da trascurare, ovvero gli introiti derivanti da DigitalbitsA tal proposito la società non si è fermata e continua la ricerca per un nuovo main Sponsor:

Un aumento dei ricavi del 31%: la trimestrale di Inter Media Co., approvata ieri dal CdA del club nerazzurro, ha regalato numeri molti positivi. Con un problema, però. In quel dato sono conteggiati anche i 16 milioni di euro che avrebbe dovuto versare Digitalbits, come prime due rate dei complessivi 24 milioni dovuti per l’intera stagione da main sponsor. Insomma, l’incremento di 22,5 milioni (da 71 a 93,5) rispetto alla prima trimestrale dello scorso esercizio deve essere considerato con l’asterisco. Tanto più che il debito complessivo di Digitalbits – 17,6 milioni conteggiando pure i premi non saldati per il secondo posto e la Coppa Italia della scorsa stagione – è stato accantonato alla voce “svalutazione crediti commerciali”. Il club ha ribadito di riservarsi «tutte le azioni e i rimedi a tutela dei nostri interessi e diritti contrattuali».

Intanto, prosegue la ricerca (complessa) di un nuovo main sponsor. Secondo alcune indiscrezioni, comunque, ci sarebbe stato un ritorno di fiamma con HiSense, sponsor anche del Mondiale in Qatar.

Di Laura Galli

23 | Como | ⚫🔵

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: