E’ stato individuato e sarà denunciato il 56enne tifoso della Fiorentina protagonista dell’aggressione nel settore “Maratona” del Franchi durante la partita contro l’Inter di sabato sera.

Lo ha annunciato il questore di Firenze, Maurizio Auriemma: “Sabato sera il personale di sicurezza è prontamente intervenuto ed è stato identificato l’autore di questo gesto che verrà denunciato e colpito da provvedimenti”. Il tifoso era stato ripreso in un video, divenuto poi virale, mentre spintona un tifoso interista che indossava la maglia con il numero 32, quella di Dimarco. Nel video si sente anche qualcuno dire: “Buttalo di sotto Dimarco, buttalo di sotto”.

Sulla questione “barriere”:

Riguardo al fatto se tra le criticità del Franchi ci sia anche quella dell’assenza di barriere, il questore ha risposto che si tratta di un problema “superato. Si vuole andare verso una partecipazione allo stadio che sia scevra da barriere. So che comunque sul nuovo progetto di ristrutturazione del Franchi ci si sta interrogando con gli enti preposti, dal Comune alla società, fino all’autorità di pubblica sicurezza e alla Lega di serie A”.

Il Sindaco Nardella risponde :

Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

“La violenza va sempre condannata, la violenza dentro e fuori gli stadi non ha colore politico o sportivo”. In un intervento a Controradio, Nardella ha precisato: “Quando ci sono casi di violenza a Firenze nello stadio, vanno condannati senza se e senza ma, ricordando che la violenza negli stadi è un fatto diffuso. Ogni città purtroppo ha le sue piaghe, ogni tifoseria spesso si rende protagonista di gesti di offese, di violenze, che vanno combattute tutti insieme: comunità, società civile e società”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: