Nel match che apre la sessione domenicale l’Inter abbatte la Salernitana senza troppi problemi, 2-0 che poteva essere molto più largo viste le occasioni create dai nerazzurri.

Chalanoglu e Barella sugli scudi più di tutti, il turco dipinge calcio nel ruolo di regista, fenomenale l’assist per il raddoppio proprio di Barella, il sardo invece cala giù una prestazione impressionante sia per quantità che per qualità, oltre al gol e un assist.

Lautaro si è caricato sulle spalle la squadra nel secondo tempo del Camp Nou e non l’ha tolta più da li, apre lui le danze con un gran gol dalla distanza e quindi ritrova anche il gol in Campionato, con questo tante buonissime giocate e tanta lotta come sempre.

Prova perfetta di tutti, dal primo all’ultimo minuto, da segnalare l’ingresso buonissimo di Robin Gosens che aveva voglia di spaccare la porta in ogni buona oppurtunità gli capitasse, spirito giusto sperando di ritrovarlo al massimo della forma.

Il periodo buio ormai sembra alle spalle, come confermato da diversi giocatori ai microfoni è stato fondamentale il confronto avuto tra loro nel momento di crisi, confermando invece la volontà di seguire l’allenatore.

I meriti sono anche e sopratutto di Simone Inzaghi, giusto criticarlo nei momenti un pò più confusi e giusto dargli merito di aver trovato la quadra giusta in un momento cruciale della stagione.

Adesso testa a Firenze e al Viktoria Plzen.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: