Ionut Radu è pronto a caricarsi la nazionale romena sulle spalle. La continuità garantitagli dalla Cremonese, in cui gioca come titolare, e non da secondo, gli ha permesso di allontanare i fantasmi della scorsa stagione, con la partita di Bologna che rimane solo un brutto ricordo.

Intervistato da “Fanatik”, l’ex romanista Lobont ha commentato così la nuova esperienza di Radu.

“Ha commesso qualche errore, ma quando fai il portiere sei molto esposto e ci sta che gli sbagli siano più vistosi. So cosa significa essere titolare in Serie A. Radu è un ragazzo forte e capace di superare questi momenti facilmente. Ha tutte le qualità di cui ha bisogno un portiere, ma deve lavorare di più per svilupparle. Lo stesso vale per Horațiu Moldovan, Târnovanu, Popa, Andrei Vlad o Aioani. Sono sicuro che chiunque sceglierà il ct Edi Iordănescu sarà una buona opzione: tutti e tre possono giocare. Ionuț Radu ha vissuto un momento complicato a Milano perché aveva davanti a sé Handanovic. Ora, piano piano, sta diventando un punto fermo. È difficile dire quale sia il mio preferito”. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: